Annunci di Lavoro

La Collezione di Chincaglierie

Chincaglierie e Ninnoli

Bigiotteria, bottoni, sorpresine trovate nelle uova di cioccolato, figurine, biglie, servizi da te, bambole, francobolli sono soltanto alcuni degli oggetti che possiamo trovare sulle bancarelle dei mercatini, il rifugio prediletto da collezionisti di chincaglierie e ninnoli.

Per molti si tratta di oggetti di poco valore, ma il valore è certamente soggettivo ed un bottone a forma di farfalla, la palla di vetro con la neve finta, i nani da giardino e le riproduzioni di gondole vantano numerosi collezionisti, più di quanti non possa sembrare agli amanti dell'arte classica, leggiadra ed armoniosa nelle forme.

Questi ultimi tenderanno probabilmente ad associare la parola chincaglieria al kitsch, lo stile del Novecento considerato come una sorta d'imitazione dozzinale di creazioni artistiche e di conseguenza a lungo non pienamente compreso nel suo significato di avanguardia artistica e di denuncia verso la società di massa.

Cambiando prospettiva potremmo, però, vedere il kitsch come uno stile d'abbigliamento e di arredamento e le chincaglierie come creazioni eccentriche, amate o disprezzate, ma mai ignorate.

In caso contrario non potremmo capire le centinaia di persone che affollano i mercatini sbirciando tra le bancarelle con in mostra animali impagliati, monete arrugginite, tappi di bibite, teche con farfalle, bustine di zucchero ed una miriade di altre chincaglierie, pardon, di preziosi oggetti ricercati da collezionisti.

Dove